search instagram arrow-down

il vento, la ricerca dei perchè

Magica natura

Soffi di poesia

► «Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima» (Alda Merini). ◄

► «Il vento, senti come corre per il mare, per il cielo. Vuol portarmi via.» (Pablo Neruda).◄

Archivi

Tag

Anima boschi fiumi e laghi fotografia letture Mare montagna paesi e città Persone pioggia pittura poesia

Commenti recenti

cavaliereerrante su Se….
poldo12 su Il suo profumo
cuoreruotante su Donne vere
ciliegina su Preghiera di Natale
Emozioni su Fiabe
André su Migranti
Emozioni su Lui c’è
juanmiguelesteban su Mondo che accade
le hérisson su Mondo che accade
juanmiguelesteban su Cape Cod
JPK su Orgoglio di donna
juanmiguelesteban su Orgoglio di donna
silvia su Orgoglio di donna
silvia su Orgoglio di donna
macalder02 su L’invenzione

Statistiche del Blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 330 follower

L'autore

Traduci

«Caro Marwan, dammi la mano.
La fiducia che riponi in me mi strazia.
Perché questa notte riesco solo a pensare
a quanto è profondo il mare,
a quanto è vasto e indifferente.
E a come sono impotente io,
incapace di proteggerti.
Non posso fare altro che pregare.
Marwan, tua madre è qui
con noi questa notte,
su questa spiaggia fredda,
illuminata dalla luna,
tra bambini che piangono e
donne che si lamentano
in lingue che non conosciamo…
Aspettiamo tutti con impazienza
il sorgere del sole,
eppure il pensiero di quel momento
ci riempie di terrore.
Siamo alla ricerca di una nuova patria.
Sopra la risacca sento
la voce di tua madre,
che mi sussurra qualcosa all’orecchio.
“Se vedessero, caro.
Se vedessero anche solo la metà
di quello che porti con te
sarebbero certamente più gentili.”
Perché tu sei un carico prezioso,
Marwan, il più prezioso di tutti.
Vorrei che il mare lo sapesse.
Inshallah.
(Khaled Hosseini, da “La preghiera del mare”)

«Ben oltre le idee di giusto o sbagliato c’è un campo.
Ti aspetterò laggiù»
(Jalaluddin Rumi, poeta afghano, da
“E l’eco rispose” di Khaled Hosseini)

Monumento alla madre dei migranti (foto di Stanislaw Bernatowicz)

In copertina: foto Associated Press

One comment on “Migranti

  1. André ha detto:

    Commovente, come tutta questa tragedia .
    Corrisponde a un mio pensiero che ti lascio qui:
    http://asimon.eu/blog/poesie/reves-brises/

    Mi piace

Rispondi a André Annulla risposta
Your email address will not be published. Required fields are marked *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: