La poesia e il mare, venti dell’anima

La danza delle onde, un volo di gabbiani, e due braccia levate al vento. La vita esplode e con lei la voglia di dar voce all’anima.

….è bella la poesia….è vivere il tempo, è riappropriarsi del tempo, è tenersi vivi, come il gatto….è un modo diverso di guardare le cose, è un modo di entrare nei segreti delle cose, nei propri segreti, è spogliarsi di tutto e rivestirsi, è essere pronti per quando le parole ti cercano perché non sei tu a cercarle, son le parole che vengono lì….è vivere la vita, è assaporare il silenzio, parlare con le assenze….è essere allegri, ridere di se stessi, aver voglia di truccarsi, di bersi un bel bicchiere di vino e stare lì a galleggiarci dentro….la poesia è una gran cosa, è un bisogno….

….e poi c’è il mare.
Trapassa echi di luce,
riflette senza dimora
un inquieto vivere.
La distanza è un punto
che si perde in una linea d’orizzonte;
dietro ci abita,
sfogliato e smarrito negli occhi,
il sole.
Cantano solo i gabbiani
dove abbiamo perso,
cantando vita,
la voce.
(Virgolettato: parole e versi di Beatrice Niccolai)

(In copertina: foto di Mykola Adamiuk)

Perdersi nell’orizzonte, il mistero affascinante dove dimora il sole….(foto di Gable Denims)
Offrirsi al mare e alle sue luci con il vento caldo tra i capelli….(foto di Egor Tupikov)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...